• Candia Colli Apuani Doc

    wine-wallpapers

    L’area del Parco delle Apuane non può essere considerata una zona particolarmente vocata per la vitivinicoltura. Eppure negli ultimi anni anche in questa zona va crescendo una discreta produzione di vini bianchi e rossi.

    L’area del Parco delle Apuane non può essere considerata una zona particolarmente vocata per la vitivinicoltura, soprattutto se la rapportiamo alle prestigiose denominazioni toscane. Eppure negli ultimi anni anche in questa zona va crescendo una discreta produzione di vini bianchi e rossi. Molti produttori vinificano i cosiddetti “vitigni internazionali”, merlot e cabernet soprattutto, andando a posizionare le loro produzioni all’interno della Igt Toscana. Ma esiste anche una piccola denominazione di origine: la Candia Colli Apuani che dà solo bianchi, nelle versioni amabile, secco (comprese, per entrambi, le tipologie frizzanti) e Vin Santo, ottenuti con vermentino bianco e albarola. Possono concorrere anche le uve dei vitigni trebbiano toscano e malvasia. In questo territorio, la presenza di vermentino nero dà una chicca enologica dal forte carattere, con note persistenti di ribes e colori intensi, quasi violacei. Esiste un Consorzio fra Produttori Vino Candia dei Colli Apuani doc a Massa in largo Matteotti, 1 (tel. 0585 43852).